Mix di tradizioni millenarie e modernissime città, il Giappone è una meta super gettonata, tra le coppie di futuri sposi. Come organizzare una romantica Luna di Miele, nell’affascinante paese del Sol levante? Vediamolo insieme a Patrizia Modonesi, Personal Travel Agent in Musement.

Il Giappone è una delle mete preferite per le coppie in viaggio di nozze… ma non solo! Fortunatamente ho avuto la fortuna di visitarlo da poco e in questo articolo vi darò qualche informazione, per poter scegliere il tipo di viaggio più adatto a voi. Parliamo di un paese molto sicuro, ricco di cultura e paesaggi curati impeccabilmente, in cui la popolazione si distingue per la sua gentilezza estrema, la pulizia maniacale e il rispetto per gli altri.

Consigli generali

La prima impressione quando si arriva in Giappone è di totale confusione. Ovunque si vedono scritte in giapponese, la mappa della metro è incomprensibile e la gente è tantissima. Aiuto!!!
Per questo motivo, vi suggerisco di acquistare almeno il trasferimento e l’assistenza in italiano. Questo, vi permette di avere le prime informazioni utili sul paese e di avere un supporto, per il cambio del Japan rail pass o per acquistare il pocket wifi. Quest’ultimo non è indispensabile, poichè In Giappone le stazioni WIFI si trovano praticamente ovunque, ma la linea internet potrebbe esservi comunque molto utile, se non necessaria alcune volte, per cercare sulle mappe online alcune vie, ristoranti o luoghi precisi.

Giappone-pta

Quando andare?

Ogni stagione offre un valido motivo, per un viaggio nel Paese del Sol Levante. In generale, però, la Primavera rimane il periodo migliore: i ciliegi in fiore sono uno spettacolo irripetibile!

Come organizzare i giri turistici

Possiamo organizzare un tour fai-da-te in completa libertà, prenotando solo gli hotel e il Japan rail pass (abbonamento treni veloci che è possibile acquistare per 7/14 o 21 giorni) Questo viaggio è adatto a sposi che hanno tempo a disposizione e che vogliono organizzarsi le giornate in completa libertà!
Una volta ambientati, non è difficile prenotarvi i vari treni o pullman, per visitare i vari templi e santuari in completa autonomia. Una cosa molto importante, da tenere presente, è che i giapponesi non parlano inglese (qualcuno negli hotel), ma sono tutti sempre molto disponibili, nell’aiutare i turisti in difficoltà. In caso di bisogno, quindi, non esitate a chiedere ai passanti.

Una seconda alternativa è quella di prenotare un tour semi organizzato e fare alcune escursioni, con una guida parlante italiano, nelle principali località. Questo vi permette di essere seguiti in alcuni giorni e completamente liberi, invece, negli altri.
La terza opzione è quella di un tour completamente organizzato, dove si viene seguiti dall’arrivo alla partenza, senza avere alcun pensiero. In questo modo, lascerete il tutta l’organizzazione del giro turistico in mano alla vostra guida/accompagnatore.

Giappone-Luna-di-miele-2

Tokyo, capitale del Giappone

Iniziamo il nostro viaggio da Tokyo, la popolosa capitale del Giappone, unica e sorprendente, con tantissimi quartieri uno diverso dall’altro, tutti da visitare. Si potrebbe rimanere a Tokyo per 10 giorni e, ogni giorno, avere qualcosa di diverso da fare. Gli elementi ultramoderni si mescolano a quelli tradizionali, come templi storici e pagode, che sorgono qua e la, accanto agli immensi grattacieli con le luci al neon. Il Palazzo imperiale sorge tra vasti giardini pubblici.
In base al numero di giorni di soggiorno, valutate di visitare alcuni dei musei della città, tutti diversi e interessantissimi. Suggerisco di visitare il museo digitale teamLab Borderless, situato sull’isola artificiale di Odaiba: realizzato dal collettivo giapponese teamLab, è letteralmente il “museo del futuro”, delle Scienze e Tecnologie emergenti.

Il Monte Fuji

Tramite un tour guidato, con partenza da Tokyo, è possibile visitare uno dei luoghi più suggestivi del Giappone: il Monte Fuji, la montagna più alta del Paese. Questo simbolo nazionale nipponico, dai suoi 3776 metri, offre uno spettacolo naturale unico al mondo e, insieme Monte Tate e al Monte Haku, è considerato una delle tre montagne sacre.

japan-fuji

Kyoto

Dopo essere stati a Tokyo per almeno 3-4 notti, prendete il treno veloce per Kyoto, città che un tempo fu capitale del Giappone. L’esperienza dei treni in Giappone è fantastica: la puntualità e la pulizia sono incredibili! A Kyoto, vi suggerisco di fermarvi almeno 3 notti, per poter visitare i templi della città, il quartiere delle geishe, il padiglione d’oro Kinkakuji e alcune località molto particolari. Vediamo quali:

  • Nara – è una delle città più antiche del Giappone, con numerosi templi e santuari. Il più famoso è il Todai Ji, raggiungibile facilmente dalla stazione. Nel parco troverete oltre 3.500 cervi, che vi seguiranno alla ricerca di un biscottino!
  • La “foresta incantata” di Arashiyama – raggiungibile comodamente in treno, è un luogo magico, con suggestivi giardini e boschi di bambù, il famoso ponte Togetsukyo e il tempio Tenryuji, Patrimonio dell’umanità UNESCO.
  • Fushimi Inari – a poca distanza da Kyoto vale la pena fermarsi a visitare il Santuario, che presenta più di 4 km di torii rossi, uno di fianco all’altro. Si tratta di un tempio molto famoso e tutti vorranno farsi una foto in solitaria… Cosa molto difficile, ma, se si sale verso la montagna, la cosa diventa più facile.

Kyoto-giappone-templio

Da Kyoto a Kanazawa

Da Kyoto un treno veloce ci porta a Kanazawa. La città conserva affascinanti quartieri, con le case dei samurai e le case delle geishe, attraversate da piccole stradine tortuose. La principale attrazione della città è Kenroku-en, uno dei tre più bei giardini del Giappone. Qui ho mangiato il miglior RAMEN!

Da Kanazawa a Takayama

Come sempre, potete prendere il treno, ma vi suggerisco di effettuare questa tratta in pullman, per non perdervi Shirakawa-go, paese situato nelle alpi giapponesi, famoso per le caratteristiche case dai tetti spioventi. Takayama è famosa per le piccole case dei mercanti, situate lungo le strade, con piccoli negozi, per i musei d’arte e l’artigianato regionale. Fate tappa a Kenrokuen, giardino del XVII secolo, apprezzato per il suo design classico, che include stagni e ruscelli.

Durante il vostro viaggio in Giappone vi suggerisco di dormire almeno una notte in Ryokan, una casa tipica giapponese, dove dormirete su futon e potrete fare un bagno nelle acque termali. Esiste anche la possibilità di pernottare in un Monastero… vi incuriosisce?

Giappone-Luna-di-miele-1

Last but not least… il cibo!

In Giappone potrete gustare le delizie della cucina asiatica, ammirarando dal vivo i grandi chef, che si cimentano nelle preparazioni dei cibi, e godendo dell’atmosfera dei locali tipici, alla scoperta della vera anima dell’Oriente. Curiosità: nella maggior parte dei quartieri, i ristoranti si trovano nei piani superiori, quindi, ristorante e menù si scelgono dalle foto, presenti alla base del palazzo.
Il sushi non è l’unico cibo. Vietato partire, senza aver provato soba e tempura, ramen e katsu-don; non dimenticate poi, di ordinare un tipico sakè di fine pasto.

Come terminare in bellezza la vostra Luna di Miele

Al termine del viaggio è possibile prevedere un’estensione balneare, per rilassarsi un pò. Le mete sono numerose e, in base al periodo, vi posso consigliare quella più adatta, come Polinesia, Maldive, Indonesia, Thailandia e molto altro. Se non avete molto tempo a disposizione, è possibile un breve stop a Dubai o Abu Dhabi, di 2/3 notti, per spezzare il lungo viaggio in aereo.

Patrizia Modonesi PTA @Musement