State pensando di organizzare la vostra Luna di Miele in Sardegna? Un vero e proprio angolo di paradiso, che tutto il mondo ci invidia, è proprio qui, in Italia. Veronica Stanzini, Personal travel Expert di The Travel Expert, ci parla di questa meravigliosa terra baciata dal sole, tra mare color smeraldo e tramonti rosso fuoco.

 

E il naufragar m’è dolce in questo mare

Ho girato mezzo mondo, ma alla fine torno sempre qui, in Sardegna, che è un po’ la mia seconda casa, terra di contrasti naturali, con il mare color smeraldo e i tramonti rosso fuoco. La cucina è genuina, fatta di prodotti di una terra baciata dal sole, che hanno il sapore autentico delle vecchie tradizioni.
L’isola è Ricca di testimonianze storiche e siti archeologici, per chi desidera una Luna di Miele in Sardegna all’insegna della cultura e non solo della vita di mare. Un esempio sono i famosi nuraghi, misteriose rovine in pietra dell’Età del Bronzo, o le Domus de Janas, le case delle fate narrate in una leggenda, che racconta di fate, che abitano in case intagliate nella roccia. La Sardegna offre scenari mistici e un mix di tradizioni popolari dal fascino arcaico.

Sardegna-Nuraghe
Nuraghe

Tra le mete imperdibili per un viaggio di nozze in Italia, non potevamo non nominare anche la Sardegna; da nord a Sud, da Est a Ovest, si possono scoprire dei tesori tra terra, cielo e mare: se sei in viaggio con la tua dolce metà, allora tutto diventa ancora più magico!

Le più belle location naturali, in barca a vela

Paradiso amato da tutti, la Sardegna vanta alcune tra le più belle location naturali, conosciute e apprezzate in tutto il mondo. Basti pensare al Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena, che comprende oltre 60 isole con le sue coste levigate dal mare. Questi veri e propri capolavori, plasmati dal vento, regalano paesaggi mozzafiato.
Un consiglio personale è quello di affittare una barca a vela e affidarsi alle competenze di uno skipper, che saprà guidarvi tra le acque cristalline di Caprera, Spargi, Porto Palma, Lavezzi e isola Piana e l’isola di Budelli, famosa per la spiaggia rosa, passando per Cala Corsara e Cala Granara. Un giro alle famose Bocche di Bonifacio è d’obbligo, tra immensi faraglioni, grotte e insenature nascoste, scogliere a picco sul mare e tramonti mozzafiato, visibili in tutta la loro bellezza, dal faro di Razzoli, sull’Isola Piana.

luna-di-miele-in-barca-a-vela-caraibi

Stintino e la spiaggia La Pelosa

Spostandosi verso il Parco Naturale dell’isola di Asinara si raggiunge Stintino, un piccolo borgo di pescatori con le case bianche in contrasto tra il mare turchese e l’azzurro del cielo. Qui si possono praticare immersioni, passeggiate in bici o a cavallo ed escursioni, fino a raggiungere la spiaggia La Pelosa. Qui sorge la torre aragonese del ‘500, una delle tante e antichissime torri di avvistamento, sparse sull’isola.

La Costa Smeralda e Porto Cervo

Le località più famose della Sardegna le troviamo in Costa Smeralda e nella celebre Porto Cervo. Con la rinomata Piazzetta, le ville faraoniche, i lussuosi alberghi e gli yacht milionari, queste zone sono meta del jet set internazionale già dagli anni ’50, grazie anche alle spiagge bellissime, fiancheggiate da rocce granitiche, modellate dal tempo.

Sardegna-Grotta del Bue marino
Grotta del Bue marino

L’Ogliastra, sulla costa centro orientale dell’Isola

Voglio farvi scoprire una Sardegna insolita e meno conosciuta, sulla costa centro orientale dell’Isola: l’Ogliastra, l’anfiteatro sul mare. Questa terra, di incantevole bellezza, è racchiusa fra il mare e i monti del Gennargentu ed è caratterizzata da paesaggi ancora incontaminati e selvaggi, considerati tra i più suggestivi dell’isola.

L’Ogliastra vanta spiagge di incomparabile bellezza, come Cala Mariolu, con variopinti fondali ideali per le immersioni, o Cala Goloritzé, famosa per il pinnacolo alto 143 metri, che sovrasta la cala. Questa località è diventata presto la meta ideale dei climbers, per le sue vie d’arrampicata sportiva ,come la Sinfonia dei Mulini a vento e l’arco naturale, che si apre sul lato destro della baia.
Le incantevoli Grotta del Fico e di Su Marmuri, La Grotta del Bue Marino e la spettacolare Gola di Su Gorroppu sono luoghi assolutamente da non perdere, se si sceglie di visitare l’Ogliastra.

Sardegna-Cala-Goloritzè
Cala Goloritzè

Cala Luna, Cala Sisine e Cala Biriola

Indubbiamente, Cala Luna è tra le spiagge più celebri e suggestive della Sardegna. La sua caratteristica spiaggia color bianco candido, a cui deve il nome, le ampie grotte naturali e il boschetto di oleandri sullo sfondo, danno vita ad un vero e proprio “paesaggio da cartolina”.
Cala Sisine si trova tra due costoni rocciosi ricoperti di macchia mediterranea e affacciata sul mare dai riflessi turchesi e blu cobalto che sembra uscita da un dipinto talmente è bella.
Cala Biriola è un’altra chicca da non perdere. Si tratta di una lingua di sabbia finissima, con un piccolo arco di roccia naturale, dove gli amanti delle immersioni e dello snorkeling possono godere di acque limpide e trasparenti, di incomparabile bellezza.

Come raggiungere queste favolose cale

Queste favolose cale si raggiungono via mare, con mezzi propri o tramite escursioni in motobarca, con partenza dal porto di Arbatax, a Tortolì o Santa Maria Navarrese a Baunei. E’ possibile anche andare via terra, con sentieri trekking della durata di 2/3 ore circa partendo dall’altopiano di Golgo, a 8 km da Baunei, attraverso scenari incontaminati. Le spiagge di questa zona raggiungibili in auto, sono molteplici. Tra le più famose troviamo Porto Frailis, una piccola insenatura di sabbia bianca a sud di Capo Bellavista, con la pittoresca Torre di Arbatax, costruita durante il dominio degli spagnoli. Poi c’è il Lido di Orrì, con i chioschi sulla spiaggia e gli stabilimenti balneari adatti a famiglie e giovani, e ancora, il Lido di Cea, con i suoi faraglioni rossi in mezzo al mare.

Sardegna-Rocce Rosse Arbatax
Rocce Rosse Arbatax

Tra quelle più romantiche abbiamo il Golfetto, Foxi Lioni o la suggestiva Su Sirboni. Ad Arbatax, alle spalle del porto, si trovano le Rocce Rosse imponenti e monumentali dalle sfumature rosa/rosse, racchiuse in uno spettacolare scenario quasi lunare, che, all’alba e al tramonto, sprigiona tutta la sua bellezza.

Per gli amanti della buona cucina

Per gli amanti della buona cucina, tra i piatti locali succulenti, suggerisco i “culurgiones”, dei ravioli ripieni di formaggi freschi e patate, aromatizzati con erbe e la carne selvatica di pecora, capra e maiale, pesce e crostacei tra cui l’aragosta e i gamberoni e un dolce tipico sardo chiamato Sebadas, tortelli fritti ripieni di pecorino e guarniti con miele che dalle parti di Cardedu è davvero squisito, il tutto accompagnato da un buon Vermentino, vino bianco tipicamente sardo, o da un più audace Cannonau per chi ama il vino rosso. Dulcis in fundo, un ottimo mirto locale, per chiudere le danze!

La Sardegna è meta perfetta per il viaggio di nozze, la scelta della location dove trascorrere la vostra luna di miele spazia tra hotel di charme suggestivi o romantici rifugi, hotel di lusso o semplici B&B a gestione familiare. Qui sarete baciati dal sole, dal mare e dai profumi di questa generosa terra, che difficilmente dimenticherete.

Veronica Stanzini, Personal travel Expert