Tavoli matrimonio

Avete organizzato quasi tutto, ma vi manca la cosa che più spaventa le coppie: i tavoli da decidere. Chi siederà accanto a chi? Ecco qualche pratico consiglio, per non impazzire e per far sì che il pranzo di nozze scorra tranquillamente, senza intoppi.

Ci siamo! Il gran giorno si avvicina, mancano poche settimane e sarete sposati. Tutto è organizzato, ma vi manca ancora una cosa da stabilire: i tavoli. In effetti, ad un matrimonio è impensabile lasciare che gli invitati decidano in autonomia dove sedersi. A meno che non sia un matrimonio con pochi e intimi invitati, verrebbe fuori il pandemonio e di sicuro si finirebbe a discutere, prima che cominci il ricevimento.
Ai tavoli, generalmente, ci pensano gli sposi, creando un bello schema ordinato sul tableau mariage, onde evitare caos. Come organizzare i tavoli matrimonio, senza scontentare nessuno? E da dove partire, per abbinare le persone, di modo che tutti possano passare una giornata piacevole, in primis voi?

Ecco qualche pratico consiglio

Location e ultimi recall

Dopo aver confermato la location del ricevimento e aver deciso che tipo di tavoli userete – rotondi, rettangolari, imperiali? -, fatevi consegnare una bozza di planimetria del locale, ovvero come saranno disposti e quanti saranno i tavoli matrimonio. Una volta che avrete in mano quest’importante piantina, armatevi di pennarelli, post-it colorati e tanta pazienza! Prima di procedere all’assegnazione dei posti, dovrete avere in mano la lista (quasi) definitiva degli invitati. Quindi, se qualcuno ancora non vi ha dato risposta alla partecipazione, chiamatelo per chiedere conferma della sua assenza o presenza.

wedding-planner-cosa-fa
Cosa fa una wedding planner?

Decidete insieme

Ok, ci siamo. La lista degli invitati è completa: 140 persone da sistemare, in modo intelligente. Anche se vi state avvalendo della consulenza di una wedding planner, questa dell’assegnazione dei posti è un affare che riguarda solo e soltanto voi due. E’ bene che vi confrontiate l’uno con l’altra e che e dedichiate qualche ora del vostro tempo a questa delicata operazione. Futuri sposi, non delegate tutto alla vostra futura moglie! Una volta stabiliti i posti, dovete essere entrambi convinti e felici delle scelte fatte.
E se vi chiama quel lontano cugino o quell’amica, chiedendovi di essere messa al tavolo con la vostra ex compagna di università, non date loro retta: assecondare tutti sarà impossibile!

Prima voi due, poi la famiglia, poi tutti gli altri

Se avete il tavolo d’onore, voi due soli vi siederete a questo, mentre le vostre famiglie prenderanno posto in quelli più vicini al vostro. Se invece avete il tavolo rotondo insieme alle vostre famiglie, a questo siederanno i vostri genitori, i testimoni di nozze e al massimo i nonni. C’è chi sceglie di far sedere solo i testimoni di nozze con i rispettivi partner e di sistemare i familiari stretti nei tavoli vicino.
Gli altri tavoli matrimonio seguiranno i ranghi di parentela/amicizia: i tavoli degli zii, dei cugini, degli amici stretti, dei compagni di università, dei colleghi…

5 regole di bon ton per gli invitati al matrimonio
5 regole di bon ton per gli invitati

Suddivisioni

Dopo aver sistemato il tavolo più importante, ovvero il vostro e quello delle vostre famiglie, tocca agli altri, Prendete dei post-it colorati e destinate ogni colore a una categoria: i cugini (se sono pochi, potete infilarli nel tavolo degli amici), gli amici stretti, i compagni di università, i colleghi…
Se vi sono dei bambini, prevedete dei tavoli matrimonio a parte, con un menu studiato ad hoc e degli animatori, che li intrattengano per tutta la durata del ricevimento, con giochi e attività, Facendo in questo modo, consentirete anche ai genitori di godersi la festa e ai bambini di non annoiarsi.
A parte la suddivisione per categorie, pensate anche al benessere degli invitati. Se vi sono delle antipatie o degli screzi in corso, non posizionate le due parti nemiche vicine; così come se avete degli invitati stranieri, metteteli vicini ai vostri amici estroversi e poliglotti. Cercate di favorire le conversazioni, avvicinando persone con un passato, o comunque degli interessi in comune.

Fate attenzione a…

Prima di procedere alla realizzazione del tableau mariage, non scordatevi mai di queste cose:

  1. posizionate le persone anziane lontane dalle casse della musica o dall’aria condizionata;
  2. fate un elenco di tutti gli invitati e segnate chi viene con i bambini;
  3. appuntatevi eventuali allergie o intolleranze alimentari;
  4. prevedete un tavolo staff, cui siederanno i musicisti o il dj, il fotografo, la wedding planner, il videomaker (eh sì, anche per loro è carino prevedere un tavolo a sedere con un menù, magari ridotto, in quanto questi professionisti lavoreranno e vi seguiranno, per tutta la durata del vostro giorno speciale!)
bambini-al-matrimonio
Matrimonio a misura di bambini

Ora potete procedere con la realizzazione del tableau mariage, dove segnerete tutti i tavoli matrimonio e gli ospiti ad essi assegnati. Siate consapevoli che potrebbero verificarsi dei cambi dell’ultimo momento, per via di assenze improvvise o per imprevisti non prevedibili.

In ogni caso, ora potete rilassarvi: il più è fatto! Buon matrimonio!

Ti piace? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *