5 spunti per organizzare un Matrimonio non convenzionale

Desiderate da sempre personalizzare il giorno del vostro matrimonio. Non volete il “solito, classico” evento, ma desiderate un matrimonio non convenzionale, senza preoccuparvi di seguire in tutto e per tutto la tradizione. Se vi rispecchiate in questa descrizione, quest’articolo fa per voi!

Facciamo innanzitutto una premessa: organizzare un matrimonio “classico” non è un disonore. Al giorno d’oggi pare che tutti siano sempre alla ricerca della stravaganza, dell’originalità a tutti i costi. Questione di gusti, ma anche di indole.
Che siate dei personaggi un pò eccentrici, con gusti fuori dal comune, o che siate più semplici, tenete sempre a mente che tipo di persone siete. Il vostro matrimonio deve rispecchiarvi, sia come coppia, che come stile. Non cercate quindi, di stupire i vostri ospiti con qualcosa che sia forzatamente fuori dalla righe; piuttosto, cercate di rendere speciali i piccoli dettagli che compongono il vostro giorno più bello, rendendolo così unico per davvero.
Detto questo, ecco 5 spunti per un matrimonio non convenzionale!

1. Abito da non-sposa

sposa intimo2 - 5 spunti per organizzare un Matrimonio non convenzionale

Se siete tra quelle donne refrattarie all’idea classica e istituzionale dell’abito da sposa tradizionale, certamente l’idea dell’«abitone» ingombrante, comprato ad hoc per l’occasione, non fa per voi. Un abito così rischierà solo di inibirvi e non farvi sentire a pieno voi stesse.
Per trovare l’abito nuziale non convenzionale, non dovete necessariamente girare tutti gli atelier e tutte le boutique da sposa, ma potrete andare a caccia di creazioni adattabili al grande evento, ovunque vi capiti. E perchè non noleggiarlo?
Il colore bianco, a meno che non faccia parte del vostro gusto personale, può essere sostituito o abbinato ad un altro colore. Potete osare: che sia bianco, viola, giallo, lungo, corto, stretto o largo non importa care spose, l’importante è che lo “sentiate vostro”Via libera a tutte le idee, anche le più estreme, purchè siano parte di voi.
Siete vintage-addicted? Perchè non optare per un modello anni 50, con maniche a palloncino e veletta? Siete appassionati cosplay? Al posto del classico abito bianco da principessa che proprio non fa per voi, perchè non ispirarvi ai vostri personaggi preferiti? Very unconventional!

2. La cerimonia di un matrimonio non convenzionale

Il galateo del matrimonio civile e1523889303514 300x208 - 5 spunti per organizzare un Matrimonio non convenzionale

Sfatiamo la diceria comune, che il rito civile, sia un matrimonio “di serie B”. Non lo è affatto, anzi, è ricco di emozione, tanto quanto quello in chiesa e rimane il vero modo alternativo per celebrare un matrimonio non convenzionale.
La sostanziale differenza tra i due, è che il matrimonio religioso è soggetto ai presupposti propri del suo essere un sacramento, motivo per cui  non ci si può sposare due volte, con rito religioso.
Gli effetti del matrimonio religioso sono comunque uguali a quelli del matrimonio civile: il fatidico Sì è infatti, da sempre, un sigillo legale al proprio amore.

Il rito civile è una forma rituale più breve ed economica ed il bello è che è personalizzabile. Avrete quindi, la libertà di dichiarare le vostre promesse d’amore, alla vostra dolce metà: a tal fine, improvvisate, preparate o prendete in prestito a una poesia famosa. Anche le parole della vostra canzone possono fare al caso vostro e darvi la giuste ispirazione.

3. Il ricevimento di un matrimonio non convenzionale

Ph Wedding Wonderland 300x200 - 5 spunti per organizzare un Matrimonio non convenzionale

Regola numero 1 del ricevimento di un matrimonio non convenzionale: evitate quelle location pronte ad offrirvi formule all-inclusive preconfezionate, apparentemente super convenienti. Cercate location semplici e alla mano, che vi consentano di personalizzare il più possibile gli spazi. Privilegiate situazioni più leggere, che non costringano i vostri invitati a stare seduti per ore.
Meglio buffet libero e finger food, per lasciare che i vostri ospiti possano muoversi liberamente, scegliere i propri commensali con tavolini d’appoggio free e interscambiabili.
Per un perfetto matrimonio non convenzionale, potete orientarvi su uno stile Urban-chic, organizzare camioncini con street food e angoli a tema.

4. Bomboniere a basso impatto ambientale

ee2c5b29a0fc67ca21cbefa202517210 300x200 - 5 spunti per organizzare un Matrimonio non convenzionale

Le bomboniere: croce e delizia di ogni sposa. Un dono, per ringraziare gli ospiti di aver contribuito a rendere speciale il vostro giorno più bello è di buon gusto farlo. Basta ai soprammobili cattura polvere, zuccheriere e cucchiaini vari, che puntualmente finiscono dimenticati.
La soluzione più trendy, facile e anche eco-friendly è dietro l’angolo: scegliete di regalare bomboniere gourmet! Marmellata, miele, vino, le idee sono infinite. Semplici, golose e soprattutto utili, faranno felice ogni invitato. Sì anche a piantine grasse, semi da piantare in vasetti che contengono i confetti, prodotti handmade realizzati da voi.
Basta anche ai soliti confetti. Al posto loro? Il  Candy bar!

5. Partecipazioni green, per un matrimonio non convenzionale

seed4 e1523889142500 300x202 - 5 spunti per organizzare un Matrimonio non convenzionale

Anche per gli inviti e le partecipazioni da distribuire ai vostri invitati, la chiave di scelte realmente alternative è la personalizzazione, l’economia e il fai da te. Ecco qualche idea.

– Telematica. Per risparmiare carta e denaro potete realizzare voi stessi le vostre partecipazioni con qualche programma editoriale, ormai facilmente fruibili anche dai meno esperti di grafica (ok, avere un amico grafico, che vi dia qualche dritta fa sempre comodo). Una volta realizzate le vostre partecipazioni virtuali ad-hoc, le poterete inviare ai vostri invitati via email. Vi consigliamo, ovviamente, di rimanere sulla classica partecipazione cartacea, quando si tratta di invitati “senior” o poco tecnologici.

– Via posta. Se non volete rinunciare alla partecipazione “tangibile”, ma vi piacerebbe anche non venisse usata come carta straccia per poi venire cestinata, ecco l’ultima novità. Si chiama carta piantabile ed è l’ideale per partecipazioni 100% eco. Riciclata e biodegradabile, questa carta contiene semi da piantare e, oltre alle partecipazioni, può venire usata anche per realizzare i coni porta-riso, i biglietti di ringraziamento e tutto il resto.

Ti piace? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *