“Feng Shui” in cinese richiama le parole “vento e acqua”, intesi come salute, felicità, pace e prosperità. Queste parole danno il nome ad un’antica dottrina, dalle origini cinesi e tibetane, nata come supporto dell’architettura tradizionale, nella progettazione di spazi, abitazioni e arredamento. In sostanza, gli spazi vengono organizzati in modo da creare una vera e propria armonia: nulla è scelto o posizionato a caso, ogni oggetto ha il “suo” posto, con il fine di promuovere il benessere di chi lo abita.

Ma come funziona esattamente?

I principi del Feng Shui danno notevole importanza alla presenza di campi magnetici ed energetici, agli equilibri sottili e alle energie di un luogo. Oltre alla ricerca di equilibrio e armonia, tra l’interno e l’esterno di un luogo, il Feng Shui considera i campi magnetici ed energetici anche nella disposizione dell’arredamento, con lo scopo di evitare l’insorgere di energie negative, che nel tempo possano influire sull’uomo.

Nulla è scelto o posizionato a caso: lo Ying e lo Yang devono essere in equilibrio e le energie Ch’i dell’ambiente devono interagire in modo positivo con la persona, donandole positività e benessere. Quest’antica pratica è tutt’oggi molto presente in Oriente; infatti, quando si compra una casa, viene subito interpellato un maestro Feng Shui.

Siete pronti a spostare i mobili? Ecco alcuni consigli utili sul Feng Shui, per avere la giusta energia in casa.

1. Decluttering: fare ordine

No al disordine: l’ordine è la prima regola. Il Feng Shui, infatti, sostiene che gli oggetti sparsi, inutilizzati o in disordine, impediscano alle energie positive di fluire liberamente e, per questo, la casa dovrebbe sempre essere pulita ed ordinata. Il primo passo, quindi è quello di fare ordine, liberandovi del superfluo e buttando le cose inutili. Dopo una sana pulizia, ricordatevi di evitare l’accumulo di oggetti non propriamente utili.

2. L’importanza del colore

Secondo il Feng Shui l’armonia è portata anche dai colori, con cui decoriamo casa. Se vi state apprestando a tinteggiare da zero o a ridipingere le pareti delle stanze della vostra casa, sappiate che, ad ogni stanca corrisponde una specifica tonalità.

  • Per le camere da letto, scegliete il blu o il verde, se volete favorire il relax; optate per il rosa, se desiderate far scorrere un pò di passione e romanticismo, tra le lenzuola.
  • Per il salotto, i colori più adatti sono l’arancione o il rosso, capaci di facilitare la condivisione e il buon umore.
  • In cucina, scegliete giallo per stimolare l’appetito e le energie, fin dal momento della colazione.
  • Se le pareti colorate non fanno per voi e preferite le tinte neutre, contrapponete ai muri colorati degli oggetti scuri.

3. Materiali naturali

Per l’arredamento della casa, il Feng Shui suggerisce la scelta di materiali naturali. Prediligete, quindi, materiali come legno, pietra e metallo, alla plastica. I pavimenti e i serramenti in legno permettono di ottenere una continuità visiva, tra gli ambienti naturali esterni e l’interno della casa.
L’acqua, elemento naturale legato al denaro e alla comunicazione e, secondo il Feng Shui, dovrebbe essere sempre presente negli ambienti della casa. Nota positiva, quindi, se vivete nei pressi di un fiume o un lago.

4. Luci e finestre

Fate prevalere le luci naturali: è importante sfruttare in modo ottimale la luce naturale, per l’illuminazione degli spazi interni della casa. Come extra, usate le lampade al sale himalaiano e le candele, che favoriscono il rilassamento, ancora meglio se profumate.
Riguardo le finestre, meglio averle grandi e spaziose, da cui può entrare molta luce. In ogni caso, la cosa importante è proteggerle con delle tende adatte, di colore chiaro, che non ostacolino troppo la luce naturale. Se le vostre finestre sono rivolte su di una strada trafficata, è importante che il passaggio delle automobili non turbi la vostra tranquillità.

5. L’ingresso di casa

Nel Feng shui, l’ingresso di casa è una delle zone più importanti da curare, poichè rappresenta il portale, attraverso cui tutta l’energia qi (ci), o forza vitale, entra nella vostra casa e nella vostra vita. L’ingresso deve essere sempre ordinato e molto luminoso, spazzate e pulitelo spesso, pulite la porta e scuotete bene lo zerbino: rimuovendo lo sporco, rimuoverete anche la vecchia energia, facendo spazio a quella nuova.
Anche le scale dovrebbero essere armoniose e non troppo ripide, formate da gradini di altezza uguali tra loro.

6. Specchi

Secondo il Feng Shui, dormire davanti ad uno specchio ci priverebbe della naturale energia positiva, di cui ci ricarichiamo col sonno. Per questo motivo, gli specchi non dovrebbero essere collocati in camera da letto. Se proprio non potete fare a meno di uno specchio in camera da letto (lo sappiamo quanto sia utile), meglio collocarlo in un punto nascosto, come all’interno dell’armadio, o coprirli con un telo prima di coricarsi.

7. Camera da letto

La disposizione dei mobili è uno dei principi chiave del Feng Shui. Per quanto riguarda la camera da letto, meglio se sia collocata lontano dal portone d’ingresso e che non dia sulla strada, al fine di una maggiore tranquillità. Posizionate poi il letto trasversalmente, con la testiera orientata verso est, senza che questa sia attaccata al muro, permettendo all’aria e, di conseguenza, anche all’energia positiva di circolare liberamente.
Infine, testa e piedi non devono puntare verso l’ingresso della stanza. La porta deve essere lontana dallo sguardo, mentre si cerca di prendere sonno, per creare una situazione di maggiore relax e quiete.

coppia-cuddling

8. Salotto

In salotto, il divano deve essere posizionato in modo che sia rivolto verso la porta d’entrata, come simbolo d’accoglienza verso l’ospite. Lo schienale del divano deve stare contro un muro, per donare un senso di protezione a chi vi si siederà.

9. Cucina

La cucina deve essere un luogo accogliente ed ordinato. Anche qui, devono circolare energie positive, nel rispetto dei punti cardinali, e la porta non dovrebbe stare alla spalle di chi cucina in modo da favorire tranquillità, mentre ci si trova ai fornelli. In ultimo, il forno non dovrebbe stare vicino al frigorifero o al lavello. Le forme fluide e arrotondate sono da preferire, a quelle spigolose.

10. Bagno

La stanza da bagno può essere collocata in qualunque punto della casa, secondo il Feng Shui. Unica raccomandazione: che la porta del bagno non si apra direttamente sulla cucina. Ciò è facilmente intuibile, ma comunque molto importante, da una parte per motivi di igiene e dall’altra, per dare maggiore serenità a chi si trova in bagno. Il bagno dovrebbe avere sempre una finestra, in modo da fare entrare luce naturale e per permettere una ventilazione adeguata.

Se desiderate applicare anche a casa vostra questi piccoli, ma efficaci, accorgimenti Feng Shui, non vi resta che iniziare. Non sembra difficile e ne guadagnerete in benessere!

Foto copertina creata da dashu83 – it.freepik.com