playlist-matrimonio

La musica è sicuramente uno degli elementi fondamentali, nel giorno dei vostri sogni. La canzone giusta, infatti, è in grado di farci ridere, scatenare o emozionare. Ecco qualche suggerimento, per una perfetta Playlist Matrimonio, dalla cerimonia, all’ultimo ballo.

La scelta della musica ideale, per il giorno delle nozze, è un dettaglio da non sottovalutare, poichè rappresenta la colonna sonora del giorno più bello della vostra vita.
Avete già deciso se optare per un gruppo musicale, che si esibisca live, se chiamare un dj, un solista o se utilizzare una playlist personalizzata, con i brani che più vi piacciono? Oggi vi proponiamo una serie di brani, ai più classici ai più insoliti, da inserire nella vostra Playlist Matrimonio.

Ecco qualche suggerimento

Allineate i vostri gusti e prenotate per tempo

  1. Il primo punto fondamentale, per iniziare la ricerca dei musicisti, è allineare i vostri gusti. Musica classica per la cerimonia? Ingresso con un brano tradizionale o moderno? E per la festa? Se siete tra quelle coppie che ha gusti diversi in fatto di musica, prima di tutto occorre parlare tra di voi e capire quali sono i desideri dell’uno e dell’altra. Organizzatevi poi di conseguenza.
  2. Come in ogni altro aspetto del matrimonio, anche quando si sceglie il gruppo musicale o il cantante giusto, occorre muoversi per tempo. Sembra banale dirlo, ma non lo è: tenete a mente, che i musicisti più richiesti vengono prenotati anche con molti mesi di anticipo.

playlist-wedding-couple-dancing

Considerate bene budget e spazio

Identificare bene lo spazio in cui collocherete la postazione, per l’intrattenimento musicale è molto impportante. Se un dj ha bisogno di poco spazio, una band di 5 elementi, ne occuperà sicuramente di più: consultatevi con i responsabili della location, prima di prendere una decisione in merito.
Oltre agli spazi, valutate bene anche i prezzi. I musicisti sono professionisti e, pertanto, è giusto che vengano pagati adeguatamente. Un dj, ad es., potrebbe chiedere dai 500 €, fino ai 1.000 € per il dopocena, a seconda dell’orario in cui volete far continuare la festa (i prezzi sono generici e variano da città a città, anche in base al livello del professionista scelto).
Un’idea valida è quella di rivolgersi alle scuole di musica, dove spesso si trovano bravissimi studenti, disposti a fare esperienza ad un prezzo un pochino più modesto. Se non avete le idee chiare, studiate le opzioni messe a disposizione dal ristorante/location, quasi tutti offrono questo servizio o sono in contatto con professionisti del settore. Chiedete di assistere ad una prova e fatevi dei preventivi, così da confrontarli e scegliere l’opzione migliore per voi e il vostro portafogli.

Ricordatevi la SIAE

Spesso ci si dimentica dei diritti SIAE. La “Società Italiana degli Autori ed Editori” si occupa della tutela del diritto d’autore e, per riprodurre le sue opere, richiede uno specifico pagamento, che varia a seconda del tipo di evento e del numero di persone presenti, pena una multa salatissima. Se optate per la playlist, sarete voi sposi a pagare la SIAE, a meno che la location scelta non abbia già una comnvenzione. Se, invece, vi rivolgete a cantanti, gruppi o dj, i costi SIAE sono, generalmente, già inclusi nel prezzo pattuito. Ricordatevi, in ogni caso, di specificarlo sempre e di farlo inserire dnel contratto.

Idee per la vostra Playlist matrimonio

Cerimonia: l’arrivo della sposa

Se per la cerimonia civile c’è libera scelta, generalmente, per quella in chiesa ci sono delle tradizioni da seguire. Per quelle coppie che han deciso di sposarsi in chiesa le canzoni sono: ingresso sposo (facoltativo); ingresso sposa (marcia nuziale), canzone di inizio, salmo (il ritornello); aspersione (facoltativo); offertorio; scambio della pace (facoltativo); 1-2 canti per la comunione; canto finale; firme (facoltativo).

  • In attesa dell’arrivo della sposa, potreste far suonare qualcosa di classico e leggero, per enfatizzare la poesia e l’emozione del momento, come il “Concerto di Brandenburgo No. 2” di Johann Sebastian Bach.
  • L’arrivo della sposa è solitamente accompagnato dalla “Marcia Nuziale” di Mendelssohn, che non delude mai nessuno. Se desiderate qualcosa di diverso potreste optare, ad es., per “Cant’t help falling in love” di Elvis Presley, dolce e soave anche nella versione cantata da Ingrid Michaelson, “Parachutes” dei Coldplay e “1 + 1” di Beyoncé, per la carica emotiva giusta.
  • Durante la cerimonia: archi o arpa per una musica di sottofondo delicata. La classica “Clair de Lune” di Debussy, è l’ideale.
  • Uscita degli sposi: la “Marcia Nuziale” di Wagner è l’altro grande classico. a chiusura della cerimonia nuziale. In alternativa, vi proponiamo “Love me do” dei Beatles, “She” di Elvis Costello o ancora “Beautiful Day” degli U2.
playlist-matrimonio-couple
I consigli di Papa Francesco alle coppie

Ricevimento

  • Mentre si pranza/cena è necessario un intrattenimento sobrio di sottofondo, dal ritmo sempre costantemente, che consenta agli invitati di conversare tra loro e di mangiare serenamente. Per rendere il banchetto gradevole a tutti i presenti, puntate sul Jazz.
  • Ballo della sposa con il papà. Il galateo prevede che sia la sposa ad aprire le danze, ma non con il marito, bensì con il papà. Mentre padre e figlia danzano, la tradizione vuole che, ad un certo punto, lo sposo si avvicini, chieda il permesso al suocero, di prendere il suo posto, e balli con sua neo-moglie. Proposta: “Daddy” di Beyoncé, “Ovunque proteggi” di Vinicio Capossela, “Sul bel Danubio blu” di Johann Strauss.
  • Primo ballo sposi. Il primo ballo degli sposi è uno dei momenti clou e più emozionanti del matrimonio: scegliete la vostra canzone! Se non avete la vostra canzone, non preoccupatevi, ce n’è di bellissime, romantiche ed emozionanti. Eccone alcune: “Marry You” di Bruno Mars, “Perfect” di ed Sheeran. Italiane: “Io ci sarò” degli 883, “Amore senza fine” di Pino Daniele, “Favola” di Vasco Rossi.
Primo-ballo-sposa-papà
Come scegliere la canzone per il primo ballo?

Taglio della torta

Anche qui la scelta cade su una delle vostre canzoni preferite, una di quelle che simboleggia la vostra storia d’amore.
Un consiglio? “All of me” di John Legend, “Truly madly deeply” dei Savage Garden oppure la ballad rock di Jon Bon Jovi “Always”.

Il momento del party

Ecco arrivare la fine del relax e l’inizio della vera festa: è il momento di sfrenarsi in pista! La scelta musicale della playlist conclusiva deve tenere conto dei gusti un po’ di tutti e, alla fine, è la più decisiva per la buona riuscita della festa. Aumentate l’intensità ritmica dei brani musicali e date brio alla festa, dirigendovi sullo stile funk, revival, disco, dance e, per finire in bellezza, chiedete “Somebody to Love” dei Queen, un grande classico che farà felici tutti.

playlist-matrimonio-ballo-sposi

Avete deciso quali brani vi accompagneranno, nel giorno più bello della vostra vita? Avete optato per creare una vostra playlist? Comporre una playlist matrimonio è un’alternativa creativa ed economica rispetto alla scelta di un dj o di una band, ma richiede molto tempo e dedizione per essere composta. La nostra idea è che la musica, fin da subito, stuzzichi gli ospiti e li coinvolga in un’atmosfera allegra e briosa, che li spinga a ballare e divertirsi, liberandosi di giacche e cravatte.

Di seguito, ecco la nostra personale playlist matrimonio, da cui potrete sentire e scegliere i brani, che vi abbiamo proprosto nell’articolo, e molti altri!

Ti piace? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *