Scegliere la location matrimonio è un passo cruciale, nell’organizzazione delle nozze. Arrivare all’appuntamento preparati, con il giusto elenco di domande da porre agli organizzatori, è, pertanto, fondamentale, per non lasciarsi sopraffare. Ma quali domande fare? Cosa è bene importante tenere a mente? Ve lo diciamo noi!

Si sa, è molto facile cadere nella trappola di una location da matrimonio bellissima, ma dai costi eccessivamente alti. Se questi costi sono giustificati da un ottimo rapporto qualità-prezzo, nulla da dire. Ma può capitare che alcune location rivelino, in un secondo momento, aspetti poco piacevoli, che non vi erano stati comunicati in precedenza. Di seguito, vi forniremo alcuni elenchi di domande, che vi potranno tornare utili, quando deciderete di visitare una o più location matrimonio da scegliere.

Le domande sono suddivise in questo modo:

  • Costi e pagamenti
  • Logistica 
  • Extra e imprevisti

I costi e le modalità di pagamento della location matrimonio

  • Ci sono costi extra previsti in caso di variazione della data o di cancellazione? Sì. Questa è una delle prime domande che dovete fare. Anche i più scaramantici dovranno accettare di dover prendere in considerazione l’ipotesi, che qualsiasi cerimonia può, per qualsivoglia motivo, rischiare di essere cancellata. Ed è bene sapere se la location prevede dei costi aggiuntivi, per la cancellazione o per il rinvio dell’evento.
  • A quanto ammonta la caparra? Questa è un’altra domanda davvero fondamentale, che vi farà capire se gli organizzatori sono persone oneste, di cui vi potete fidare.
  • Come possiamo pagarvi? Valutate quali sono le modalità di pagamento delle diverse location. Le più moderne permettono di pagare tramite bonifico. Prediligetele, sono versatili e meno attempate, con un personale sicuramente più in linea con i tempi.
  • Quali allestimenti sono compresi nel prezzo? Molte location propongo prezzi stracciati, per poi chiedervi extra su praticamente ogni cosa, dalla stampa dei menù al tableau, dall’utilizzo di una stanza per riporre i vostri averi, o per prepararvi, al conteggio minuzioso di ogni singola bottiglia. Meglio scegliere location con prezzi poco fluttuanti e lasciati al caso.

I dettagli logistici

  • La location è in esclusiva il giorno del matrimonio? Sapere se vi sposerete da soli o se dovrete condividere la location dei vostri sogni con altre coppie è indispensabile. Meglio evitare che i vostri ospiti si presentino al matrimonio sbagliato, perché non sapevate di dover dire loro, che ce ne sarebbe stato più di uno! E, soprattutto, per gli sposi che vogliono una location esclusivamente per loro, è una domanda che non va assolutamente trascurata o data per scontata.
  • Com’è l’accessibilità del luogo per disabili e anziani? Non servono tante spiegazioni. Una location poco accessibile per anziani e disabili, non è una location da prendere in considerazione, per il vostro matrimonio.
  • Quanti bagni ci sono? In genere, più bagni ci sono e meglio è, Ma questo dipende soprattutto dal numero di ospiti che volete invitare e dalle eventuali esigenze.
  • Potete creare menu ad hoc, anche per vegetariani, vegani e persone con intolleranze alimentari? In questo caso, vale lo stesso consiglio che avete letto poco sopra, circa i luoghi poco accessibili: se una location di un matrimonio non può garantire flessibilità nelle sue proposte di menù, non vale la pena spendere altro tempo, per visitarla.
menù-nozze

Gli extra e gli imprevisti di un matrimonio

  • Fino a che ora si può ballare e tenere accesa la musica? Se avete previsto un matrimonio serale, il momento tanto atteso delle danze arriverà, per forza di cose, in orario tardo. È importante conoscere se ci sono coprifuoco, che la location deve rispettare.
  • La Siae? Informatevi bene sulla SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori). I ristoranti hanno, generalmente, un abbonamento per “musica d’ambiente”, da mettere come sottofondo nel proprio locale. La SIAE, però, considera il matrimonio una festa privata e per gli eventi privati, va pagata la SIAE matrimonio, da parte di chi organizza l’evento, ovvero gli sposi.
  • Avete un piano B in caso di pioggia? Domanda necessaria per i matrimoni all’aperto. Molte location danno per scontato, che ci sia sempre bel tempo e non organizzano nei dettagli il loro piano B, in caso di pioggia. Alcune, addirittura, non lo organizzano affatto. Assicuratevi che la possibilità di pioggia non diventi il vostro incubo peggiore. Il piano B deve essere perfetto, tanto quanto il piano A.

Ultima cosa: chiedete alla location di mettere tutto per iscritto, in modo tale che possiate tornare a casa e continuare a riflettere sulle diverse opzioni, che avete a disposizione.
Infine, fate scrivere tutto ciò che è stato concordato, nel contratto. In bocca al lupo!

Foto copertina @bristekjegor – www.freepik.com